Appena Arrivati

Appena Arrivati

Appena arrivati in Thailandia cosa fare, vi è un unico Gateway per arrivare dall’estero in Thailandia ed è quello dell’aeroporto di Bangkok il nuovo si intende. Ovvero quello inaugurato ufficialmente nell’ottobre 2006 Bangkok Suvarnabhumi airport è un aeroporto tra i più moderni e futuristici al mondo. Milioni di persone si sono recati quest’anno in Thailandia e in particolare a Bangkok per vederlo. Questo ci lascia intendere come il nuovo aeroporto di Bangkok sia a livello tecnologico e strutturale un paradigma non solo per la Thailandia ma anche nel panorama internazionale. L’aeroporto dall’esterno dall’impressione di una base spaziale enorme, al suo interno più semplicemente rende il turista a suo agio in un’atmosfera confortevole pratica e moderna, appena arrivati all’aeroporto internazionale di Bangkok o in quello della destinazione da voi prescelta avete a che fare con la dogana:

Merci proibite in Thailandia
Le merci proibite in Thailandia e quelle restrittive da parte del servizio doganale Thailandese che gestisce l’importazione e l’esportazione di merci che entrano e partono dalla Thailandia. All’interno di queste direzioni ci sono classi di merci proibite in Thailandia, che sono indagate vigorosamente. Nella classe di oggetti è escluso l’ingresso in Thailandia in qualsiasi condizione.
Ai sensi dell’articolo 27 della legge doganale del 1926 e delle conseguenti modifiche, le merci che seguono non sono consentite dalla legge per entrare o uscire dalla Thailandia.

  • Articoli rivoltanti / o scrittura / o immagini
  • Scrittura oscena e materiali osceni
  • Narcotici *
  • Contanti, obbligazioni o monete
  • Sigilli Reali contraffatti / sigilli ufficiali
  • I prodotti che intaccano IPR, ad es. nastro melodico, CD, VDO, programmazione PC e così via.
  • Prodotti con marchi imitati

* Qualsiasi forma di droga, ad esempio la cannabis, l’oppio, la cocaina, la morfina, l’eroina e diversi farmaci, sono considerati limitati, indipendentemente dalla possibilità che siano stati raccomandati da uno specialista.

Merci confinate
Nello stesso articolo della legge doganale del 1926, il Ministero del Commercio è autorizzato ad assegnare determinate categorie di prodotti, soggette a controlli all’importazione.
I controlli sono per la maggior parte attraverso l’autorizzazione o il consenso del governo.
Le cose che accompagnano richiedono l’autorizzazione da parte di alcuni uffici governativi con un obiettivo finale specifico per essere permessa l’introduzione in Thailandia.

  • Ufficio della polizia nazionale – armi da fuoco, loro parti e munizioni
  • Dipartimento delle arti espressive – immagini del Buddha; Artigianato e collezionismo
  • Dipartimento postale e telegrafico – Apparecchi radiofonici e apparecchiature di comunicazione di trasmissione
  • Ufficio dell’agricoltura – Piante e materiali da piantagione
  • Ufficio di sviluppo live stock – Animali Vivi e oggetti di animali
  • Ufficio per l’alimentazione e la droga – Medicinali e sostanze

Restrizioni di denaro
Non ci sono ora limiti per portare il nostro denaro fuori della Thailandia la necessità principale è che se la somma del denaro non superi USD $ 20.000 o comparabile, deve essere dichiarata ufficialmente alla Dogana.
Non esistono limiti per l’acquisto di Thai Baht in Thailandia, tuttavia esistono limitazioni all’acquisto dei Baht fuori della Thailandia. Mentre si trasferisce denaro Thailandese in un qualunque Paese, c’è un limite fittizio fino a 500.000 Baht che può essere superato se richiesto ad una banca autorizzata. Nel caso in cui il trasportatore ha bisogno di prendere più di 50.000 Baht in un’altra nazione diversa da una nazione vicina, sarà richiesto di ottenere un permesso da una banca autorizzata. L’approvazione deve essere ufficializzata da un ufficiale di Doganale quando si lascia il Regno di Thailandia.

NB: Attenzione ai beni proibiti e restrittivi, al fine di evitare gravi problemi legali.

Inoltre vi troverete a dover cambiare i soldi e cercare un taxi, cambiate la valuta a uno degli uffici addetti dell’aeroporto una cifra minima giusto per le spese iniziali come ad esempio cento euro oppure cercate uno sportello bancomat più vicino che è sicuramente meglio, ve ne sono anche all’interno dell’aeroporto. Per quanto riguarda il taxi se vi trovate a Bangkok chiedete sempre a titolo preventivo l’applicazione del tassametro altrimenti rischierete di pagare anche tre o quattro volte il costo effettivo del servizio. E quindi per non farsi fregare la parola “magica” è “ Do you use the meter? ” Bangkok è sommersa dai taxi e nelle altre località turistiche la competizione sui mezzi di trasporto non manca comunque. Non date mai l’impressione ai tassisti di essere interessati a suggerimenti sui locali o luoghi da frequentare perché cercheranno di rifilarvi qualche bigliettino o indirizzo di luogo per turisti su cui naturalmente anche loro guadagnano qualcosa. C’è da dire però che il tassametro è a disposizione solo a Bangkok e in nessun’altra località della Thailandia. Se invece volete spendere meno c’è la possibilità di usare gli autobus i quali collegano tutta la Thailandia. Per gli aeroporti delle altre località della Thailandia si consiglia il pulmino di gruppo (presente all’aeroporto di Phuket che Koh Samui e Chiang Mai) Il costo è modesto, in alternativa si può prendere un taxi prenotandolo dall’apposito sportello all’uscita dell’aeroporto si sconsiglia di entrare in trattativa diretta con i tassisti. Una volta arrivati in albergo e sistemati i vostri bagagli, se il personale si è dimostrato gentile, come di solito accade, si consiglia di elargire una mancia di circa 50 Baht che in Thailandia è una buona mancia. Vi sono molti alberghi attrezzati di tutti i confort quali aria condizionata, tv via cavo, vasca da bagno, frigo-bar e in alcuni anche mini cucina. A questo punto, dopo una doccia fresca, è possibile qualsiasi sia l’orario comprare qualche snack o bibita da mettere nel mini frigo dell’albergo presso uno dei piccoli supermercati 7eleven che sono aperti 24 ore su 24 7 giorni su 7.