Sposarsi in Thailandia

Sposarsi in Thailandia

Sposarsi in Thailandia quali sono i documenti necessari che la ragazza Thailandese deve presentare per potersi sposare.

Vediamo quali sono:
Certificato di Nascita in originale
Copia Certificato di Residenza
Passaporto in originale
Carta d’identità in originale
Certificato di divorzio
Eventuale certificato di cambio nome/cognome

Invece i documenti che servono per lo sposo sono:
Certificato Cumulativo di Cittadinanza
Residenza e Stato Civile Libero
Passaporto in Originale

Consiglio: fare sempre almeno 5 fotocopie dei passaporti carte di identità e degli altri documenti e certificati che avete in originale perché vi verranno chiesti in quasi tutti gli uffici che andrete. Prima cosa ci si reca all’Ambasciata italiana a Bangkok (è consigliato prendere appuntamento).

Indirizzo: 27 & 40 Floor, CRC Tower, All Seasons Place, 87 Wireless road, Lumpini, 10330 Bangkok
Tel: 006622504970
Fax: 006622504985
Sito Web: http://www.ambbangkok.esteri.it

Un funzionario dell’Ambasciata vi farà compilare un’autocertificazione dove inserirete tutti i dati personali tra cui anche reddito e datore di lavoro. Si devono inserire anche nome e cognome di conoscenti in Italia con relativo indirizzo. Consegnate i passaporti e le relative copie che avete fatto e l’autocertificazione compilata. Vi diranno di passare a ritirare il nullaòsta (necessario per sposarsi) dopo 3-4 giorni vi chiameranno per ritirarlo.

Dopo aver ritirato il nullaòsta bisogna recarsi al Ministero degli Affari Esteri di Bangkok per la legalizzazione, pagando i diritti di urgenza vi ridanno il documento legalizzato in un paio di ore (circa 500 Bath) ottenuto il documento vi potete recare all’ufficio Comunale del distretto più vicino per sposarvi. I documenti da portare per il cittadino italiano sono il nullaòsta e il passaporto con relative copie, per la ragazza Thai tutti i documenti elencati sopra (atto di nascita, stato civile….etc…) e relative copie. Di solito vi chiedono due testimoni ma se non li avete firmeranno 2 funzionari naturalmente dando qualcosa in cambio.
Dopo circa 1 ora siete sposati e vi consegneranno i seguenti documenti in lingua Thai:
Kho Ro 2 (Registro Matrimoniale)
Kho Ro 3 (Certificato di matrimonio)
Dopo di che bisogna recarci al Ministero degli Affari Esteri di Bangkok per la legalizzazione dei suddetti 2 documenti. Pagando i diritti di urgenza vi ridanno i documenti legalizzati in un paio di ore (circa 1.000 Bath). Sono richiesti i soliti documenti originali e le relative copie (passaporti e carta di identità inclusi)
Indirizzo: Dipartimento degli Affari Consolari 123 Chaengwattana Rd. Tungsonghong Laksi Bangkok 10212
Tel. 02-575-1054/6-59
Indirizzo Email: consular04@mfa.go.th

Ottenuti i 2 documenti legalizzati bisogna tradurli legalmente in italiano e per questo avrete bisogno di un agenzia, qui trovate l’elenco. Nel giro di 2 giorni vi ridanno i documenti tradotti legalmente (costo circa 3.000 Bath) Adesso possiamo tornare all’Ambasciata italiana all’ufficio Consolare e consegnare i documenti appena legalizzati e tradotti in italiano, si ricorda che in questo momento potrete richiedere il modulo per la separazione dei beni, dopo aver apposto alcune firme il tutto verrà ritirato e spedito dall’Ambasciata al Comune di appartenenza in Italia. Il funzionario vi rilascerà una ricevuta con la quale potrete andare a richiedere il visto per coniuge a seguito all’ufficio dell’Ambasciata adiacente, farsi rilasciare i moduli per la richiesta di visto.

I documenti necessari per richiedere il visto sono i seguenti:
Modulo di richiesta visto compilato (ve lo consegnano loro)
Modulo di Ricongiungimento familiare (ve lo consegnano loro)
Ricevuta di consegna dei certificati di matrimonio ottenuta all’Ambasciata passaporti e relative copie certificati di matrimonio tradotto in italiano (basta una delle fotocopie del kho ro 2 e 3 tradotti e legalizzati) Prenotazione biglietto aereo sola andata per l’Italia per la ragazza Thai. Dopo aver consegnato tutti i documenti necessari il funzionario vi rilascerà una ricevuta e vi dirà il giorno che dovrete ritornare per ritirare il visto.

PS. Se non siete in grado di farlo da soli o vi manca il tempo potete contattare questa agenzia di servizi faranno tutto loro, per informazione chiedere di Alexander Bagnati.

PASSIONE THAI CO.,LTD

19/125 Sukhumvit Suite, 13° Floor
soi 13, Sukhumvit Road Klong Toey Nua Wattana 10100 Bangkok
Cell. 0066 847225649 – 0066 26513193
Email: passionethai@hotmail.com
Sito Web: www.passionethai.it
Skype: alexander10

Gli altri servizi sono:

  • Visti per l’Italia
  • Traduzione documenti
  • Costituzione Company LTD.
  • Opportunità d’investimento
  • Assistenza legale
  • Assicurazione e Fideiussione.

Documenti richiesti per avere il permesso di soggiorno per motivi di famiglia

Il permesso di soggiorno per motivi di famiglia è stato istituito dagli articoli 29 e 30 del Decreto Legislativo n. 286/98 e successive modifiche. I membri della stessa famiglia possono chiedere questo tipo di permesso di soggiorno, ma sotto alcune condizioni e dopo avere dimostrato di avere tutti i documenti richiesti per averlo.

  1. Istanza compilata e sottoscritta dall’interessato, cioè il Modulo 1 del kit che va ritirato presso qualsiasi ufficio postale che ha il servizio di Sportello Amico;
  2. Fotocopia di tutto il passaporto o di altro documento equipollente;
  3. Per la richiesta di rilascio del permesso di soggiorno il Modulo 1 è compilato presso lo Sportello Unico Immigrazione che ha rilasciato il nulla osta per il ricongiungimento familiare. Ricordiamo che lo Sportello Unico Immigrazione si trova presso la sede di ogni prefettura.
  4. La richiesta di rinnovo del permesso di soggiorno deve essere corredata da una dichiarazione del familiare che ha richiesto ed ottenuto il ricongiungimento familiare o con il quale è stata effettuata la coesione familiare. In questa dichiarazione, il familiare s’incarica di provvedere al sostentamento del componente del suo nucleo familiare di cui fa parte l’attuale richiedente del permesso di soggiorno.
  5. Certificato di matrimonio se si tratta d’un permesso di soggiorno per la moglie o il marito.

Chiarimenti e spiegazioni sul permesso di soggiorno per motivi di famiglia

  • Il permesso di soggiorno per motivi di famiglia ha la stessa durata del permesso di soggiorno del familiare straniero che ha ottenuto il nulla osta al ricongiungimento familiare ed è rinnovabile insieme a quest’ultimo.
  • Il permesso di soggiorno per motivi di famiglia può essere utilizzato per altre attività consentite allo straniero, anche senza conversione o rettifica del documento, per il periodo di validità dello stesso. In particolare:

a) l’esercizio di attività di lavoro subordinato può avvenire previo inserimento nell’elenco anagrafico o se il rapporto di lavoro è in corso, previa comunicazione del datore di lavoro alla Direzione Provinciale di Lavoro o all’INPS per il lavoratori domestici;

b) l’esercizio di attività di lavoro autonomo può avvenire previa acquisizione del titolo abilitativo o autorizzazione eventualmente previsto per l’attività professionale svolta.

  • Il permesso di soggiorno per motivi di famiglia è rilasciato allo straniero che ha fatto ingresso per ricongiungimento familiare, o con un visto al seguito del proprio familiare, o allo straniero titolare di un altro tipo di permesso di soggiorno di cui richiede la conversione per motivi di famiglia.
  • Il figlio minore dello straniero convivente con i suoi genitori e regolarmente soggiornante è iscritto nel permesso di soggiorno o nella carta di soggiorno di uno o di entrambi i genitori fino al compimento del quattordicesimo anno di età e segue la condizione giuridica del genitore affidatario. Al compimento del 14° anno di età, il minore potrà richiedere il rilascio di un permesso di soggiorno per famiglia autonomo fino al compimento della maggiore età (18 anni).
  • Allo straniero che effettua la coesione familiare con cittadino italiano o di uno Stato membro dell’Unione Europea o con straniero titolare di carta di soggiorno per stranieri è rilasciato la carta di soggiorno.

N.B: Ricordiamo che la carta di soggiorno è chiamata anche permesso di soggiorno CE (Comunità Europea) per soggiornanti di lungo periodo e consente di vivere, lavorare e studiare altri paesi dell’Unione Europea anche per un periodo che supera tre mesi.

Modulo per richiesta permesso di soggiorno: Salva File

  • Dopo aver ritirato il permesso di soggiorno si fa richiesta del codice fiscale all’ufficio delle Entrate di competenza, dove vi verrà rilasciato una ricevuta con il codice fiscale l’originale verrà spedito a casa. Successivamente bisogna recarsi in Comune di appartenenza per richiedere la residenza l’incaricato vi farà compilare dei moduli, bisogna attendere che i vigili urbani notificano la residenza del cittadino straniero. A questo punto si può richiedere la Carta D’identità e successivamente fare richiesta all’ASL di competenza per il libretto sanitario e medico di famiglia.

Chiedere la cittadinanza italiana a seguito di matrimonio

Se siete un cittadino straniero residente in Italia, per poter chiedere la cittadinanza italiana a seguito di matrimonio dovete presentare la domanda dopo 2 anni di residenza. Se lo sposo straniero risiede all’estero invece occorre che siano trascorsi tre anni dalle nozze.

I documenti necessari sono: quello di nascita, il certificato di residenza, lo stato di famiglia, il certificato di cittadinanza, l’estratto dell’atto di matrimonio, la fotocopia autenticata del permesso di soggiorno.