Copertura assicurativa per visti O-A

Copertura assicurativa per visti O-A

I titolari di visti O-A (pensionamento) avranno bisogno di un’assicurazione Covid di almeno 3 milioni di baht.
I cittadini stranieri con il visto O-A non-immigrant noto come visto per pensionati in futuro dovranno dimostrare di avere una copertura assicurativa di almeno 100.000 dollari USA (tre milioni di baht) contro il Covid-19.
La proposta è stata approvata in linea di principio dal governo martedì 15 giugno, Traisuree Taisaranakul vice portavoce del governo ha affermato che si applicherà a tutti i titolari del visto di un anno. La nuova norma segue un emendamento al regolamento approvato dal gabinetto nell’aprile dello scorso anno il regolamento sulla copertura assicurativa extra Covid-19 non si applica ad altre categorie di visti non-immigrant: matrimonio, affari, istruzione e media, tra gli altri.

Al momento i titolari del visto O-A non-immigrant devono essere assicurati per un importo di soli 40.000 baht per le cure ambulatoriali e 400.000 baht per le cure ospedaliere in ospedale sono tenuti ad acquistare l’assicurazione sanitaria thailandese tramite un sito Web dedicato. I futuri richiedenti di visto O-A non-immigrant devono fornire la prova di aver stipulato l’assicurazione molto più alta contro il Covid-19 e se sono idonei per il welfare o l’assicurazione sponsorizzata dallo stato, si applica la stessa copertura minima coloro che cercano di rinnovare i loro visti O-A non-immigrant sono liberi di acquistare l’assicurazione dall’estero. Se hanno accesso all’assicurazione statale devono presentare prove documentali certificate dalle Ambasciate con sede a Bangkok delle rispettive Nazioni o da un funzionario autorizzato del Ministero degli Esteri dei loro paesi d’origine. Se a qualcuno viene negata l’assicurazione Covid-19 necessaria perché ritenuta appartenente a un gruppo a rischio, deve presentare il documento di rifiuto e la prova di sicurezza finanziaria, conto bancario o altra assicurazione sanitaria del valore minimo di 100.000 USD .
La signora Traisuree ha affermato che dal momento che il governo ha approvato la nuova regola in linea di principio il prossimo passo sarebbe che l’Ufficio per l’immigrazione pubblichi tutti i dettagli e lo renda ufficiale.
Il Ministero degli Affari Esteri lavorerà anche per migliorare la procedura di richiesta del visto O-A non-immigrant mentre il Ministero della Salute Pubblica e il Ministero dell’Interno avranno il compito di modificare le relative normative e di informarne il pubblico la signora Traisuree ha affermato che le attuali normative sui visti O-A non-immigrant erano imperfette in quanto gli espatriati di età superiore ai 70 anni non potevano acquistare un’assicurazione in Thailandia causando la loro squalifica dall’estensione della loro permanenza nel regno.

Tratto dall’articolo del BangkokPost del 16 giugno 2021

I commenti sono chiusi.